Rulli compattatori

Machine costipanti

I rulli compattatori  sono utilizzati per l’addensamento degli strati di base e di binder, considerando idonei peso e caratteristiche tecnologiche del mezzo in modo da assicurare il raggiungimento delle massime densità ottenibili. 

Compattazione e costipazione degli strati

Si dovrà avere cura che la compattazione sia condotta con la metodologia più adeguata per ottenere uniforme addensamento in ogni punto ed evitare fessurazioni e scorrimenti nello strato appena steso.

Le caratteristiche meccaniche dei terreni sciolti sono strettamente legate al grado di addensamento. All’aumentare dell’addensamento del terreno migliorano le proprietà meccaniche e soprattutto si riducono le deformazioni plastiche del terreno.

Non solo i materiali sciolti necessitano di costipamento per migliorarne le caratteristiche meccaniche ma anche i conglomerati bituminosi e le miscele di aggregati legati con leganti idraulici.

L’azione di costipamento consiste nell’aumentare la densità del materiale (sciolto o legato) con riduzione dei vuoti ed espulsione di gas ed aria. Le macchine costipanti forniscono l’energia necessaria all’addensamento esplicando azione di pressione, urto, vibrazione e manipolazione (terreni coesivi).

L’energia costipante può essere fornita mediante azione statica, dovuta al peso proprio del mezzo, o dinamica, ossia azione di urto e vibrazione impressa dal peso proprio del mezzo associato ad un eccentrico. A seconda del prevalere di una delle due tipologie di azione i rulli si distinguono in statici e dinamici.

Rulli compattatori statici

Ruote metalliche

esplicano azione superficiale, si usano per la chiusura di strati già costipati, solitamente per strati in conglomerato bituminoso (P/L <30 kg/cm rulli leggeri, P/L > 60 kg/cm rulli pesanti).

Ruote gommate

esplicano un’azione manipolatrice ed in funzione della pressione di gonfiaggio dei pneumatici esplicano un’azione più o meno superficiale, adatti per i terreni incoerenti (Q<2,5 T rulli leggeri, Q>6 T rulli pesantissimi).

Piedi costipanti

adatti ai terreni coesivi dove esplicano un’azione puntuale in grado di rompere i legami coesivi tra i granuli.

Rulli compattatori dinamici

Sono rulli lisci o gommati dotati di due masse eccentriche ruotanti in verso opposto la cui azione orizzontale si annulla (Q/L < 15 kg/cm rulli leggeri, Q/L > 45 lg/cm rullipesantissimi). In via indicativa si può dire che un rullo vibrante da 4 T equivale ad un rullo statico da 20 T.

La scelta del tipo di rullo da impiegare dipende da vari fattori, tra i quali i principali sono:
  • tipo di materiale che si deve costipare
  • grado di finitura dello strato superficiale
  • spessore dello strato
2021-11-15